FIUMICINO – “Aprilia potrebbe anche prendere in considerazione l’impegno in MotoGP ma solo se il regolamento permetterà di far correr moto che poi possiamo commercializzare, altrimenti non ci interessa”. Lo ha detto il presidente del Gruppo Piaggio Roberto Colaninno a margine della conferenza stampa che ha ufficializzato il matrimonio tra Aprilia e Alitalia, svelato da www.motosprint.it lo scorso 22 novembre.

Ufficializzato il divorzio da Gianpiero Sacchi che lunedi sera ha rassegnato le dimissioni da resposabile sportivo del Gruppo. “In dieci anni Sacchi ci ha dato un grande contributo ma lo scenario è cambiato e ci serve una struttura più giovane, più semplice, più motivata. Nei prossimi anni vogliamo entrare nei campionati nazionali e intensificare la presenza nel fuoristrada. Non c’entra nulla la rinuncia alla Moto2, non l’abbiamo fatta perché per la nostra azienda non aveva senso adottare il motore unico fornito da un nostro concorrente. Ce lo avevano chiesto i team che seguivamo in 250 ma non è stato possibile”.

Le mansioni di Sacchi verranno svolte da Luigi Dall’Igna che è anche direttore tecnico di Aprilia.

Max Biaggi non ha nascosto le velleità. “Partiamo per vincere, confortati dai risultati di fine 2009. D’inverno non abbiamo girato molto ma i tecnici hanno fiducia e io mi fido”.

Paolo Gozzi

Guarda le foto

Guarda il video