Il Mondiale Superbike farà ritorno, questo fine settimana, al Mazda Raceway Laguna Seca, teatro del dodicesimo round della stagione. L’ultimo evento disputatosi sull’impegnativo e spettacolare tracciato californiano risale al 10 luglio 2004, quando Chris Vermeulen, in sella alla Honda CBR1000RR del Team Ten Kate, conquistò il successo in entrambe le gare. Il round statunitense sarà caratterizzato da un programma differente rispetto agli altri appuntamenti in calendario: gara 1 è prevista per sabato pomeriggio alle 14.00 ora locale (dopo la Tissot-Superpole delle 11.00), mentre gara 2 si terrà domenica, sempre alle 14.00. La sfida per il titolo è più aperta che mai, con ancora 4 piloti ancora in lizza. Sylvain Guintoli (Aprilia Racing Team) e Marco Melandri (BMW Motorrad GoldBet), rispettivamente secondo e quarto in classifica, cercheranno di sfruttare la conoscenza del circuito data dai trascorsi in MotoGP, per recuperare terreno sul capo classifica Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) e rallentare l’ottimo momento di forma di Eugene Laverty (Aprilia Racing Team). Il pilota irlandese, grazie alla doppietta ottenuta nel round turco, è riuscito a portare il distacco dal leader da 40 a 26 punti in un solo round. Classifica (Round 11 di 14) : 1. Sykes 323; 2. Guintoli 315; 3. Laverty 297; 4. Melandri 290; 5. Davies 239; 6. Baz 180; 7. Rea 176; 8. Fabrizio 168; 9. Cluzel 141; 10. Giugliano 139; 11. Camier 114; 12. Badovini 107; 13. Neukirchner 84; 14. Checa 80; 15. Haslam 78; 16. Sandi 45; 17. Iannuzzo 25; 18. Elias 21; 19. Aitchison 20; 20. Clementi 18; 21. Canepa 11; 22. Lundh 10; 23. Lai 8; 24. Reiterberger 7; 25. Allerton 6; 26. Uprak 5; 27. Smrz 4; 28. Stauffer 4; 29. Ercelik 3; 30. Akiyoshi 2; 31. Haga 2. Costruttori: 1. Aprilia 419; 2. Kawasaki 377; 3. BMW 354; 4. Honda 216; 5. Suzuki 193; 6. Ducati 144; 7. Yamaha 4.