Con la doppia vittoria francese, Tom Sykes ha posto un seria ipoteca sulla conquista del titolo Superbike. L’organizzazione del Mondiale ha diffuso alcuni numeri che riguardano il britannico. - 14 vittorie, le stesse di Scott Russell (campione del mondo 1993), John Kocinski (campione del mondo 1997) e Ben Spies (campione del mondo 2009). Occupano il quattordicesimo posto di tutti i tempi. - Così come Scott Russell, Sykes ha vinto sempre con la Kawasaki: sono loro due i piloti plurivittoriosi per la casa giapponese. - Sykes ha ottenuto dieci delle sue vittorie rimanendo in testa dall’inizio alla fine. I dati delle posizioni giro per giro sono disponibili solo dal 1998 ed indicano che questo è il valore più elevato da allora assieme a quello fatto registrare da Troy Corser. - Sempre considerando il periodo dal 1998 in avanti, la Kawasaki per la prima volta supera 1000 km condotti in testa nell’arco di un campionato. Dopo le gare di Magny-Cours il totale è di 1162. L’anno scorso le Kawasaki avevano condotto per 954 chilometri. - 31 podi per Sykes, al 21° posto di tutti i tempi, scavalca Giancarlo Falappa (30). - 19 pole position, a due sole lunghezze da Carl Fogarty. - 12 giri veloci in gara nel 2013, il secondo valore più elevato di tutti i tempi: nel 1991 Doug Polen ne mise a segno 14. Anche Noriyuki Haga ne fece registrare 12, nel 2007. Tom conta 16 giri più veloci in carriera. - Gara 1 è stata la 50^ vittoria Superbike per la Kawasaki, quarto team a raggiungere questo traguardo dopo la Ducati (al momento 313 vittorie), Honda (114) e Yamaha (74). - Grazie ai nove successi di Sykes ed alla vittoria di Baz a Silverstone, la Kawasaki conta dieci successi quest’anno: si tratta del record stagionale per la Kawasaki, registrato in passato solo nel 1994 (nove vittorie di Scott Russell ed una di Anthony Gobert).