Digerita la mancata conferma in Aprilia nonostante il secondo posto in campionato (davanti all'invece confermato Guintoli), Eugene Laverty ha iniziato una nuova avventura in Suzuki. Al primi test di Portimao dice di aver riscontrato "buone sensazioni", ora non vede l'ora di partire per l'Australia.  “Il motore di questa moto si comporta in maniera differente,” ha detto Laverty. “Devi guidarla quasi come se fosse una moto Supersport, alte rivoluzioni in centro curva, e I ci è voluto un po’ per abituarmici, ma sto iniziando a sentirla mia. Ad ogni giro migliora il mio feeling. Al momento dobbiamo concentrarci soprattutto sull’elettronica, perché anche il telaio è già a posto. Dobbiamo lavorare sul controllo di trazione, la gestione della potenza e del freno motore. Abbiamo nuove strategie per quest’anno e i frutti cominciano già a vedersi”.