La tradizionale conferenza stampa di inizio stagione si è tenuta oggi a Phillip Island ed ha visto presenti alcuni dei protagonisti che prenderanno parte alla stagione 2014 del Campionato Mondiale eni FIM Superbike, chiamati a rappresentare gli otto costruttori che scenderanno in pista sul circuito dello Stato di Victoria. Dopo una serie di domande e risposte presso il Paddock Show – qui in veste “overseas” - i piloti si sono prestati ad una sessione fotografica, tra motori e tavole da surf, nonostante le condizioni climatiche non fossero propriamente estive. Di seguito un estratto delle dichiarazioni dei piloti durante la conferenza stampa: Tom Sykes (Kawasaki Racing Team): “E’ stato un buon inizio, ma ora dobbiamo concentrarci sul weekend vero e proprio. Mi piace molto il nuovo formato delle qualifiche e della Superpole, penso che darà più risalto alle performance in campo, perché, ad esempio, i piloti non potranno più tenere da parte le gomme da tempo per l’ultima sessione.” Chaz Davies (Ducati Superbike Team): “Fino ad ora è andata bene. Nonostante il cambio di team, l’ambiente per me è più che familiare, vista la presenza dello staff di Feel Racing con cui ho lavorato già l’anno passato. La moto si adatta bene a questa pista ed è dimostrato dal best lap fatto segnare da Carlos Checa nel 2013. Siamo migliorati nei due giorni di test, ma non tanto velocemente quanto avrei sperato. Ad ogni modo, credo che ora sappiamo cosa dobbiamo fare.” Aaron Yates (Team Hero EBR): “E’ un grande passo questo per EBR, siamo entusiasti di entrare a far parte del Mondiale Superbike e felici di portare il Team Hero EBR sulla scena internazionale. Faremo il possibile, pur sapendo che non sarà facile, ma riusciremo a trovare la giusta direzione di sviluppo per la moto.”