IMOLA - Jonathan Rea ha colto la Superpole di Imola. Un risultato che vale molto più di quanto si possa pensare, perché il nordirlandese della Honda non è mai stato troppo veloce in qualifica. Domenica, infatti, Rea partirà il pole per la quarta volta in carriera da quando corre in Superbike e questo la dice lunga sul livello che ha raggiunto la Honda. Perché è se da un lato è vero che Rea, ad Imola, è sempre andato forte, è altrettanto vero che viene dalla vittoria di Assen e dagli ottimi risultati anche di Aragon e domenica potrebbe essere un avversario ostico per molti. Sicuramente lo sarà per Sylvain Guintoli, secondo e Davide Giugliano, terzo. Ma anche per il campione del mondo Tom Sykes, solo sesto in questa Superpole. Un anno fa, il pilota della Kawasaki, aveva fatto siglare un giro pazzesco con la gomma da gara, ma quest’anno, il leader del mondiale, non sembra il dominatore del 2013. In seconda fila, con Sykes, partiranno anche Chaz Davies, quarto e Marco Melandri, quinto. Entrambi i piloti vengono da un weekend di Assen non troppo brillante, ma ad Imola sono parsi molto combattivi. In terza fila, invece, scatteranno Baz, Laverty e Canepa, primo dei piloti EVO, mentre in quarta ci saranno Haslam, Camier e Lowes, che non ha preso parte alla Superpole per un problema al cambio della sua Suzuki.   I tempi della SP2