A Sepang, Davide Giugliano  ha concluso le due gare del round Malesia del Mondiale Superbike con un ottavo e un decimo posto. “Mi dispiace un po’ per gara 1. Non è la prima volta che Baz fa una cosa del genere e questa volta alcuni dei piloti sono caduti ed io ho perso tante posizioni, evitando di cadere a mia volta”. La manovra di Loris Baz, costata la gara (e un bel po’ di dolori al suo compagno di squadra Sykes) ha danneggiato anche Giugliano. “Ero partito bene, mi sono ritrovato nelle retrovie. Ho cercato di accelerare il più possibile e sono riuscito a sorpassare parecchi piloti, ma ad un certo punto non avevo più grip”. L’Italiano sperava di rifarsi in gara 2, ma non è stato possibile. “ La seconda gara è andata piuttosto male. Siamo ripartiti bene ma dopo soli tre giri ho sofferto ancora per un calo di grip che non mi ha permesso di guidare come avrei voluto. Una giornata difficile ma posso dire che in queste condizioni, e considerando che per l’influenza ero molto debilitato fisicamente, finire le gare è già un buon risultato – ottavo  e decimo non sono posizioni che mi soddisfano, ma questa volta mi accontento.” Il suo compagno di squadra in Ducati, Chaz Davies, è andato un po’ meglio: quarto e ottavo. “Il problema principale - ha spiegato l’inglese - è stato una mancanza di grip sui lati esterni della gomma, un problema che coinvolge anche altri aspetti, come per esempio l’elettronica, che non funziona perfettamente quando il livello di grip è così basso.