A Misano, Tom Sykes ha dimostrato ancora una volta di essere lui il re indiscusso della Superpole. Nella gara di domani partirà col miglior tempo, uno stratosferico 1’34.883 raggiunto nelle battute finali del secondo turno. Si tratta della ventunesima pole position per il Campione del Mondo in carica, la seconda in stagione, che infrange il record della pista di Troy Corser risalente al 2010 ed il muro del minuto e trentacinque secondi. “Aver strappato il record a uno dei miei idoli è fantastico. Sono orgoglioso di me”, sono le parole di Sykes. Sykes è ora al terzo posto assoluto per il numero di pole position conquistate in carriera, insieme al quattro volte iridato WSBK Carl Fogarty. R07_Misano_Sykes_AP1_5528 R07_Misano_Tom_Sykes_TK2_8509 In Italia l’inglese Sypes ha un sacco di tifosi. “Sì, devo dire che i tifosi italiani sono sempre incredibilmente caldi nei miei confronti”. Uno stimolo in più per fare un tempo straordinario. “Avevo un buon passo, fin dall’inizio delle prove. Ho aspettato l’ultimo giro, ho montato la gomma da qualifica e ho dato tutto. Merito anche delle persone che lavorano con me, che mi hanno messo a disposizione una moto fantastica, che muovevo da una parte all’altra del circuito esattamente come volevo. Abbiamo fatto un gran buon lavoro”.