A Misano, Jules Cluzel ha conquistato la vittoria del round Supersport. Dunque, di fatto la prima gara del nuovo corso MV, quello della gestione diretta da parte del Reparto Corse, è finito bene. A partire da Misano infatti, è stata ufficializzata la rottura con il team russo Yakhnich. Il gara Cluzel è partito bene, si è portato in testa e non ha più mollata la leadership fino alla bandiera a scacchi. “Ho fatto proprio quello che volevo: partire davanti e verificare subito che ritmo sarebbero stati in gradi di tenere i miei avversari” ha spiegato il francese. “Poi però le gomme hanno iniziato a cedere un po’. Io e van der Mark abbiamo cominciato a sfidarci curva dopo curva, con un distacco che oscillava interno al secondo”. Ma alla fine ha vinto lui, Cluzel. “Non ho commesso errori”. In campionato Cluzel è secondo, con 28 punti di distacco di 28 punti da van der Mark. La MV ha perso Leonov, che resta legato al team russo, ma in questa gara ha schierato una wild card, Massimo Roccoli. Ha concluso quattordicesimo. “Abbiamo sbagliato la scelta della gomma - ha spiegato Roccoli - quindi ho  preferito non rischiare” “Massimo potrebbe anche finire la stagione con noi - ha detto Giovanni Castiglioni Lui corre con MV nel CIV e avrebbe dovuto correre come wild card col proprio team, così gli abbiamo chiesto di correre direttamente per noi”. Una giornata che ha soddisfatto Castiglioni: “Ho ricordato quando mio papà nel 1992 sali per la prima volta sul podio per la vittoria di Eddie Lawson con la Cagiva 500. Stiamo crescendo molto e sono convinto che faremo sempre meglio”.