Quarta vittoria stagionale per Marco Faccani, che anche sul circuito di Portimao ha dominato la gara, parendo bene dalla prima fila e conquistando subito un buon margine di vantaggio sugli inseguitori, capitanati da Federico Caricasulo, che alla fine ha chiuso però al terzo posto alle spalle dell'olandese Wayne Tessels. Dopo aver sbancato a Aragon, Imola e Misano, con Portimao Faccani fa poker, infilando la quarta vittoria su cinque round disputati. E' stata una gara praticamente senza storia per Faccani, che non è mai stato messo in discussione dagli avversari nella quinta gara del campionato che si svolge sotto l'egida di FIM Europe. «Era facile sbagliare», ha detto Marco Faccani, che ora conduce la classifica europea con 34 punti. «Negli ultimi giri ho cercato di amministrare il vantaggio senza perdere la concentrazione. E' stata una gara perfetta, è andato tutto benissimo, ho fatto il vuoto, proprio come speravo». Soddisfatto anche l'olandese Tessels, che all'ultimo giro ha strappato la seconda piazza a Caricasulo. «E' stata una buona gara», ha commentato. «Nelle prime fasi ho perso tempo perché non avevo tanto grip sul posteriore, ma alla fine c'è stata una bella schermaglia con Caricasulo e sono riuscito a rimanergli davanti». «Ho dormito nell'ultimo giro», replica Federico Caricasulo. «Ero convinto che mancassero ancora due o tre giri, non avevo visto le segnalazioni... Comunque è stata una gara difficile perché avevo poco grip e c'era tanto vento». Sesta posizione per Andrea Tucci, nono Alessandro Zaccone, dodicesimo Luca Salvadori. A punti anche Stefano Casalotti e Giuseppe De Gruttola. Da segnalare due uscite al primo giro:  Manfredi, autore di uno spettacolare highside, Santoro e Zeelen (quest'ultimo rientrerà ma per ritirarsi due giri dopo). Noie tecniche hanno fermato Niki Tuuli. Qui i risultati della gara. Qui la classifica di campionato. Fiammetta La Guidara