Niente gara doppia in Qatar: le squadre che partecipano al Mondiale Superbike hanno rifiutato la proposta, messa sul tappeto dalla Dorna. Il no è ufficiale, con tanto di comunicato. Dopo l’annullamento del round Sudafrica (clicca qui per leggere i motivi), il Mondiale Superbike aveva pensato se - ma soprattutto come - recuperare quei punti. 50, perché ogni round è composto di due gare, dunque un malloppo di punti non indifferente. Che, alla fine, avrebbero potuto cambiare le sorti di una stagione. Mancano ancora tre round alla conclusione della stagione 2014, Jerez, prossima tappa, il 7 settembre, Magny Cours (Francia) e Doha (Qatar). In testa al campionato c’è Tom Sykes con 325 punti davanti a Sylvain Guintoli, che ne ha 281, Jonathan Rea 261 e Loris  Baz con 253. E anche se il vantaggio dell’inglese della Kawasaki è abbastanza consistente, alla fine della stagione mancano in totale 6 gare. Una prima ipotesi prevedeva l’assegnazione di punti doppi per l’ultimo appuntamento, come succede per la F.1. Ma questa possibilità è stata bocciata dalle squadre. Troppo rischiosa. La seconda ipotesi era quella della doppia gara. Due manche al sabato, altrettante la domenica. In Qatar, ultima data della stagione, e l’unica delle tre ancora in programma, a prevedere solo Superbike e Supersport, non le due classi stock. Bocciata anche quella. Dunque, i 50 punti non verranno assegnati.