A Jerez, negli ultimi test del 2014, sono scesi in pista i due piloti del Team ufficiale Ducati Superbike, Andrea Dovizioso e Andrea Iannone. Il lavoro di oggi si è concentrato sul telaio e sull’elettronica delle  GP14.2, le moto utilizzate nei test di Valencia, visto che la GP15 arriverà soltanto nei test di febbraio che si svolgeranno a Sepang, in Malesia. Il miglior tempo della giornata (non ufficiale) è di Dovizioso 1.38.9 mentre Iannone (leggi QUI la sua intervista), che è anche incappato in una scivolata, nessun danno per lui, ha girato in 1.39.0. Stefan Bradl ha il terzo tempo del mercoledì terzo tempo in sella alla Yamaha Open del team Forward Racing,  1.39.593 davanti a  Michele Pirro con la Ducati Pramac. Per quanto riguarda l'Aprlia, lo spagnolo Alvaro Bautista, in pista con il motore a valvole pneumatiche ha girato in 1.40.598, mentre continua a rivelarsi complesso l'apprendistato di Marco Melandri sulla MotoGP di Noale (leggi qui la sua intervista) 1.42.006 il suo miglior giro di oggi. Terzo giorni di prove per i piloti del mondiale Superbike. Jonathan Rea ha concluso ancora una volta (leggi QUI com’è andato il primo giorno) con il 1’40.738. Rea, che è approdato in Kawasaki dopo una lunga militanza in Honda,  ha sfiorato il miglior tempo di ieri di Alex Lowes (Crescent Suzuki, leggi QUI) fermandosi ad appena 8 millesimi dall’inglese, oggi solo terzo con il tempo di 1’41.321 (con gomme da qualifica). Il suo compagno di squadra, il vicecampione del mondo Tom Sykes, oggi ha concluso i test con il quarto tempo 1’41.335. Kawasaki, Honda e Suzuki oggi avrebbero dovuto fermarsi, per tornare in pista solo giovedì e venerdì, ma è previsto un peggioramento delle condizioni atmosferiche - il tempo non era bellissimo nemmeno oggi - e quindi niente pausa. Dunque in pista c’era anche la Suzuki di Randy de Puniet, collaudatore della MotoGP (leggi QUI) oltre che pilota della Superbike (seppure... controvoglia, leggi QUI). Oggi ha concluso secondo a quattro decimi da Rea e con ben 74 giri a referto. I più attivi in pista sono stati però Sykes e il campione del mondo della Supersport promosso in SBK, Michael van der Mark, con, rispettivamente 89 e 82 giri.. Lontano dai migliori ancora Sylvain Guintoli, campione del mondo, passato dall'Aprilia alla Honda (leggi QUI), che ha chiuso in sesta posizione con il tempo di 1’41.813. I tempi del terzo giorno 1-.Andrea Dovizioso (Ducati-motogp) 1.38.9 2.-A. Iannone (Ducati-motogp) 1.39.0 3.-Stefan Bradl (Forward-motogp) 1.39.593 (*) 4.-M.Pirro (Ducati-motogp) 1.40.0 5.-Alvaro Bautista (Aprilia-motogp) 1.40.598 6.-Héctor Barberá (Ducati-motogp) 1.40.629 7.-Jonathan Rea (Kawasaki-sbk) 1.40.738 8.-Loris Baz (Forward-motogp) 1.41.206 9.-Randy de Puniet (Suzuki-sbk) 1.41.296 10.-Alex Lowes (Suzuki-sbk) 1.41.321 11.-Tom Sykes (Kawasaki-sbk) 1.41.335 12.-M.VD Mark (Honda-sbk) 1.41.437 13.-S.Guintoli (Honda-sbk) 1.41.813 14.-M.Melandri (Aprilia-motogp) 1.42.006 15.-Luis Salom (Kalex-moto2) 1.42.923 16.-A.West (Speed up) 1.43.655 17.-A.Rins (Kalex-moto2) 1.43.757 18.-J.Cluzel (MV Augusta-sbk) 1.43.958 19.-Julian Simon (speed up-moto2) 1.44.133 20.-Edgar Pons (Kalex-moto2) 1.44.313 21.-Fabio Massei (Ducati-sstock) 1.44.633 22.-Leon Camier (MV Augusta-sbk) 1.44.905 23.-Lorenzo Zanetti (MV Augusta-ss) 1.45.283 24-Tony Covena (Ducati-sstock) 1.46.236