Dopo aver passato un anno a preparare la Suzuki al ritorno a tempo pieno nel Mondiale MotoGP, e una wild card a Valencia (leggi QUI), Randy De Puniet è pronto ad aprire un nuovo capitolo della sua carriera con il team Crescent Suzuki nel Mondiale Superbike.  “Il 2015 sarà un anno importante per me, con il passaggio in Superbike dopo 15 anni di GP”. Ora lo aspettano parecchie novità.  “Gomme, freni, due gare invece di una… Però la motivazione è tanta. Ho trascorso un anno a sviluppare una MotoGP, ed è stata una grande esperienza per me, ma ora non vedo l’ora di ricominciare a gareggiare!” Compirà 34 anni a febbraio, ma si ritrova di nuovo rookie, debuttante. “È bello essere di nuovo rookie dopo così tanti anni, soprattutto perché non avrò troppa pressione addosso”. De Puniet resterà collaudatore della MotoGP, ma ha già provato la sua nuova Superbike, la Suzuki GSX-R nel test di Jerez. “Il feeling è ottimo. Per ora abbiamo lavorato solo 4 giorni con il team, ma l’impressione è che si tratti di una squadra molto professionale e con grande esperienza. Mi sono trovato subito a mio agio con loro e con la moto”. Obiettivo 2015?  “Il mio obiettivo sarà fare del mio meglio, lavorare duro ed essere costante ad ogni gara per raggiungere il miglior risultato possibile”. c