Troy Bayliss? È stato coraggioso. A dirlo è Max Biaggi, che ospite di Virgin Radio e di Ringo nel programma “Revolver” ha parlato del ritorno in gara dell’australiano, impegnato nel primo round del mondiale Superbike a Phillip Island (leggi QUI) “E’ un fulmine a ciel sereno, nessuno lo aveva preventivato, forse neanche lui. - ha detto Max, che a sua volta è impegnato nel ruolo di collaudatore Aprilia e forse tornerà in gara per qualche wild card. “Di fatto Troy si è trovato scaraventato nell’arena dei leoni, proprio a Phillip Island perché lui aveva preventivato di andare lì per il week end, ma di certo non sapeva che avrebbe partecipato al Gran Premio. E’ stato coraggioso perché buttarsi lì in mezzo, con gente che si è preparata per la gara, è sempre dura. Non so cosa potrà accadere o potrà raccogliere, ma il coraggio non gli manca”. Da ultraquarantenne a ultraquarantenne... “La moto è un po’ come lo sci: non disimpari dopo 2, 3, 5, 10 anni. E’ normale che quando poi vai a sciare e non lo fai da tempo ti fa male la gamba, la schiena, il legamento …”. ASCOLTA L'AUDIO!