Una vittoria e un secondo posto: è cominciata decisamente bene la stagione di Jonathan Rea, e pilota Honda passato quest’anno in Kawasaki. A Phillip Island, nel primo round del mondiale Superbike, l’irlandese è partito dalla pole position, ha guidato al comando tutti i giri, tranne uno, di gara 1 (leggi QUI) chiudendo con 39 millesimi di vantaggio su Leon Haslam. In gara 2, in una dinamica di gara simile, è stato invece Haslam a prevalere, per soli 10 millesimi di secondo (leggi QUI). “Leon - spiega Rea - aveva un passo migliore oggi e per questo motivo la vittoria di gara 1 è quasi un regalo venuto dal cielo”. Certo, perdere gara 2 per un soffio... “L’essere beffato per un così piccolo distacco dal mio ex compagno di squadra non mi fa così male, sono contento per lui". 45 punti non sono un bottino trascurabile.  “Sì, questo weekend non sarebbe potuto andare meglio. E dire che il team non era molto ottimista sulla possibilità di vincere gare o salire sul podio, visto il passo di gara di alcuni dei nostri avversari. Abbiamo dato il massimo ed ottenuto altrettanto. Non vedo l’ora della prossima trasferta.”