La foto è indubbiamente un po’ cruda, ma mostra in che condizioni Randy De Puniet ha corso il round Superbike in Australia. La... parte offesa che vedete nelle foto è finita conciata così a seguito di una brutta caduta nei test precampionato, che si sono disputati sempre sulla pista di Phillip island qualche giorno prima della gara. Niente di rotto, ma una gran brutta botta (e su questo non ci sono dubbi). Il francese è collaudatore della Suzuki MotoGP, l’ha preparata per il ritorno di quest’anno e probabilmente ha sperato fino all’ultimo di essersi per questo guadagnato un posto di pilota in MotoGP. Niente da fare: la casa gli ha preferito due spagnoli, Maverick Vinales e Aleix Espargarò, proponendo al francese di restare tester MotoGP, ma di correre in Superbike. De Puniet ha accettato, con più di un pizzico di delusione. Probabilmente però non si aspettava un debutto così duro. Già immaginiamo la fatica di restare seduto in moto con il posteriore ridotto così male, poi in gara 1, mentre era ottavo, si è scontrato con un altro pilota, Leon Camier, concludendo 17°. Ha stretto i denti e nella seconda frazione ha concluso settimo. “È stata una domenica orribile per me - ha detto il francese - la prima gara è stata un disastro e in più avevo un gran male addosso. Dopo pochi giri non riuscivo più a guidare, avevo dolori ovunque”. E prima che ci accusiate di sciacallaggio, sappiate che questa foto è stata pubblicata su Twitter da Paul Denning, team principal Suzuki.