A spuntare la Superpole in Thailandia per soli 11 millesimi è stato Rea, seguito dal portacolori Aprilia Leon Haslam autore di ben due giri veloci con la gomma da tempo. Per Leon, capoclassifica mondiale dopo la vittoria in Australia, dal debutto con Aprilia RSV4 si tratta della seconda partenza in prima fila su due gare. Leon è stato sempre tra i primi nelle sessioni di prova, dando spettacolo, guidando aggressivo e sfruttando al meglio la sua RSV4. Dopo aver fatto segnare il miglior tempo al primo tentativo con gomma morbida, Leon ha continuato la sua corsa migliorando ulteriormente la sua prestazione. Solo un piccolo errore nelle fasi finali gli ha impedito di conquistare la sua prima Superpole con Aprilia, agguantando comunque una seconda posizione promettente per le due gare di domani. “Sono contento di questa Superpole, la prima fila era il nostro obiettivo. Nel primo giro con gomma da tempo sono stato forse un po’ troppo cauto, mentre nel secondo ho commesso un piccolo errore", ha ammesso Leon Haslam. Il grande lavoro svolto ai box nelle sessioni di prova permette infatti a Leon di presentarsi in griglia con riscontri confortanti quanto a passo gara, su un circuito dove le alte temperature renderanno vitale la corretta gestione dell’usura gomme. "In ogni caso dal punto di vista del passo gara siamo messi bene, i ragazzi di Aprilia hanno lavorato alla grande e la RSV4 si è adattata in fretta al nuovo circuito", ha concluso Leon. "Domani le condizioni della pista saranno ancora diverse, mi aspetto più piloti in grado di giocarsi la vittoria”.