da Assen (Olanda): Marco Masetti La notizia è arrivata dagli Stati Uniti e parla del crack finanziario della EBR, la Eric Buell Racing che è “fuori” con le banche per 20 milioni di dollari. Ma qui siamo in Europa, Olanda, Assen e si corre il mondiale Superbike, dove la EBR, con il supporto della indiana Hero, corre con i piloti Larry Pegram e Niccolò Canepa. Di sicuro c’è solo che la squadra correrà il round olandese, tutto il resto è da definire. Pegram, che è anche il team manager della squadra, ha rassicurato tutti: “si corre fino a fine anno”, ma Canepa ha meno certezze, visto che ha scoperto, da poco che: “Sapremo qualcosa il lunedì dopo la gara”. Dove sta la verità? Nel rassicurante Pegram o nelle preoccupazioni del resto del team? L’americano resterà in Europa dopo Assen, anche perché c’è da far rientrare i camion e il materiale che sono di base in Italia e poi si vedrà. Resta una sola sicurezza: da inizio anno la Superbike ha perso le due moto del team JR, del quale si è scoperto che non è mai esistito un contratto di fornitura da parte di BMW e adesso le due poco competitive EBR. La griglia ricomincia ad essere scarsa e ci sono manovre per schierare una terza Aprilia per far rientrare Toni Elias e si sta cercando il budget necessario. Se dopo solo tre round manca un’altra squadra all’appello, non è un bel segnale che arriva dalla SBK.

Guarda la fotogallery dei piloti nel paddock di Assen