Il primo podio stagionale di Jordi Torres in Gara2 a Imola (leggi QUI) è stata questa (oltre alla vittoria di Lorenzo Savadori nella Superstock 1000, leggi QUI) la migliore notizia per Aprilia nel quinto round della stagione Superbike. La peggiore riguarda Leon Haslam,  che fino a oggi era stato il principale antagonista di Jonathan Rea nel Mondiale. Quarto al termine della corsa  sprint di sei giri di gara 1, nella seconda il pilota inglese, autore di un highside alla Curva 3 nel corso dell’ottavo giro. Haslam è stato trasportato al Centro Medico del circuito. Gli esami radiologici non hanno evidenziato fratture ma saranno necessari ulteriori accertamenti per escludere ogni complicazione. Leon mantiene la seconda posizione in classifica iridata, ma il suo distacco sfiora i 90 punti. Un recupero appare davvero improbabile.  “Sì, è stato un giorno difficile per me - spiega Haslam - In Gara1 ho ottenuto il miglior risultato possibile. In Gara2 faticavo in staccata, sono anche andato largo un paio di volte trovandomi dietro a VD Mark e Jordi. Poi ho trovato un buon ritmo, ma proprio mentre stavo recuperando ho fatto un brutto highside alla curva 3. Ora ho dolori ovunque, ma pensando alla caduta mi ritengo fortunato e credo che sarò al 100% per Donington”. 1.ApriliaWSBK_Torres Il primo podio ha messo invece di buonumore lo spagnolo Torres: “E’ incredibile! Alla fine delle prove di venerdì pensavo che questa fosse una pista difficilissima, con le chicane che sono il mio punto debole e un tracciato molto stretto. In Gara1 ho avuto qualche problema al cambio, faticavo a scalare e alla fine ho fatto un dritto dovendomi ritirare. I ragazzi sono stati grandi a sistemare la mia moto per Gara2, questo terzo posto è per loro. La mia opinione su questa pista è decisamente cambiata, ora è la più bella del mondo! Seriamente, sono contento della crescita che abbiamo messo in mostra, su una pista nuova abbiamo fatto un gran lavoro. Credo che su piste note potremo confermare i nostri progressi”.

Guarda la gallery