Niente pioggia per la seconda manche della Superbike a Portimao, che ha visto Jonathan Rea tagliare il traguardo davanti a Davide Giugliano e Leon Haslam. Per il britannico sulla Kawasaki si tratta della quarta doppietta su sette round e la decima vittoria su 14 manche disputate. Quarta piazza per la Ducati di Chaz Davies davanti a Van den Mark che alla fine ha avuto ragione su Guintoli e ha chiuso in quinta posizione. Problemi all'ennesima potenza per Tom Sykes, che ha tagliato il traguardo in ottava posizione alle spalle dell'Aprilia di Torres. Decimo Matteo Baiocco, dodicesimo Ayrton Badovini, fuori zona punti Niccolò Canepa. "All'inizio Davide aveva un passo davvero incredibile, quindi l'ho lasciato passare", ha spiegato Jonathan Rea. "Ho fatto degli errori all'inizio, poi ho sentito che in frenata avevao qualche problema. Comunque sono riuscito a creare un vantaggio e a mantenerlo. La performance di oggi è il risultato di un lavoro duro il venerdì e il sabato. Kawasaki sta facendo un ottimo lavoro, li ringrazio per questa opportunità che mi danno di essere ogni weekend sul podio". "Sono soddisfatto", ha detto Davide Giugliano. "Molto soddisfatti si è quando si vince... Però ho fatto tanti giri in testa. Sapevo che se non avessi avuto con freno motore avrei potuto giocarmi il podio. Negli ultimi giri ero stanco, la febbre di questi giorni l'ho cominciata a sentire. Comunque due podi alla mia terza gara dopo il rientro... non c'è male! Grazie alla squadra, mi dispiace per gara1, è andata così, fortunatamente qui in Superbike ce ne sono due!" "Per me è stato difficile, ho perso molto all'inizio nei primi giri, ma poi sono riuscito ad avere un buon ritmo", ha detto Leon Haslam. "Forse, però, avevo perso troppo terreno. Comunque è andata meglio di gara 1, questa volta sono sul podio. Grazie all'Aprilia per il lavoro che ha fatto". Ecco com'è andata. Nelle prime fasi Davide Giugliano è riuscito a percorrere diversi giri al comando, ma poi ha dovuto cedere il passo alle due Kawasaki: prima quella di Jonathan Rea, e poi quella di Tom Sykes, che non ne voleva sapere di lasciar andar via al comando il suo compagno di squadra leader della classifica generale già con un vantaggio quasi esagerato. A cinque giri dalla fine, però, Davide Giugliano è riuscito a riconquistare il secondo posto, sorpassando proprio Tom Sykes, che ha cominciato a perdere gradualmente terreno. Alle loro spalle Leon Haslam è apparso determinato a riscattare la scivolata di gara 2 ed è riuscito a portarsi davanti a Chaz Davies e poi anche su Tom Sykes, conquistando la terza posizione. A tre giri dalla fine, anche Davies riesce a sorpassare Sykes, che poi perde rapidamente posizioni ad opera di Van Den Mark, Guintoli e Torres. Bella battaglia in Casa Honda, con Sylvain Guintoli e van den Mark, con quest'ultimo che è riuscito a precedere il compagno di squadra. Fiammetta La Guidara   Qui i risultati di gara 2 a Portimao. Guarda la gallery della Superbike a Portimao!