A Misano Toprak Razgatlioglu ha conquistato il titolo europeo della 600 Superstock con due gare d'anticipo, chiudendo per la prima volta nella stagione non al primo posto ma al terzo. Nonostante i suoi 19 anni, è stato un bravo ragioniere e non ha voluto correre eccessivi rischi in un finale incandescente, che ha visto un arrivo in volata. "Sono molto contento per il titolo, ma sono dispiaciuto di non aver vinto la gara!" dice alla fine Toprak Razgatlioglu, con Kenan Sofouglu suo interprete d'eccezione. Prima vittoria continentale per il campione italiano Federico Caricasulo, che ha gestito bene la gara risalendo dalla terza posizione e conquistando il successo per soli davanti al finlandese Niki Tuuli. "Sono riuscito a gestire bene la situazione, sono molto contento di questa vittoria", dice Caricasulo. "Ho capito che potevo farcela e ho preso anche qualche rischio alla fine. Ma ci voleva proprio!" Quarta posizione per Michael Ruben Rinaldi, che è stato a lungo al comando. "Sono stato un asino", ha detto Rinaldi molto severo con se stesso all'arrivo. "Alla fine ho commesso qualche errore, mi sono fatto sorpassare anche da Ruuli, che non me lo aspettavo". Tutti i italiani i piazzamenti dalla quarta posizione in poi: alle spalle di Rinaldi si sono classificati infatti Andrea Tucci, Luca Vitali, Davide Stirpe, Christopher Gobbi, Nicola Morrentino e Alessandro Zaccone. Quattordicesima piazza per Casalotti davanti a Lagonigro. Qui i risultati della gara di Misano della 600 Superstock. Fiammetta La Guidara