Alex Lowes e Randy de Puniet, alfieri del team Suzuki, sono pronti per scendere in pista al Mazda Raceway di Laguna Seca, che questo fine settimana ospiterà il nono round della stagione, e di affrontare ancora una volta il celeberrimo ‘Cavatappi’. Lo scorso anno Lowes fu autore di un buon debutto sulla pista americana, chiudendo le libere del venerdì al quarto posto e gara 1 in ottava posizione, in sella alla GSX-R powered by Yoshimura. La seconda corsa dell’edizione 2014 non fu altrettanto benevola all’inglese, il quale fu protagonista di un contatto con caduta proprio al Cavatappi. Forte dell’esperienza accumulata l’anno passato, Lowes spera di tornare protagonista con la versione 2015 della supersportiva giapponese. Con sei gare disputate in carriera e due piazzamenti tra i primi sei, de Puniet spera che Laguna Seca sarà la pista del suo rilancio, dopo le difficoltà incontrate in questa stagione di debutto in Superbike. “Ho corso una sola volta prima d’ora a Laguna, lo scorso anno, e mi è molto piaciuta", dice Alex Lowes. "È un tracciato tecnico con diversi cambi di pendenza, ma ovviamente la parte più divertente è sicuramente quella del Cavatappi, la cui discesa è ancora più ripida di quanto possa apparire in TV. Non ci sono parti che non mi piacciono ma ad ogni modo sarà importante trovare una buona messa a punto sin da subito, di modo che mi possa rilassare e concentrarmi sul passo di gara. Spero di riportare la stagione sui giusti binari in America, grazie a due buoni risultati”. “Guardo con attesa a Laguna Seca, amo questa pista ed ho degli ottimi ricordi dai miei tempi in MotoGP", aggiunge Randy de Puniet. "È uno dei tracciati più difficili e tecnici del calendario ed è molto fisico, con pochi punti dove poter sorpassare. La gara non sarà facile, però devo dire che il Cavatappi è davvero una curva pazzesca! Spero che riusciremo a fare qualche passo avanti e dimostrare il nostro valore domenica”.