Il ritorno di Max Biaggi nel Mondiale Superbike non si ferma alla partecipazione come wild card di Misano, avvenuto lo scorso 21 giugno: come vi avevamo annunciato (leggi qui) Max tornerà ancora in gara, in sella alla Aprilia RSV4 RF, nel round malese sul circuito di Sepang il 2 agosto prossimo. Dei sei titoli iridati vinti, Max ne ha conquistati cinque con Aprilia: tre in 250 e due in Superbike. Un legame forte, quello con la Casa di Noale, che ha portato Max a tornare in gara a Misano e ora anche a Sepang, con il team che lo ha accompagnato a Misano. Il ritorno che ha stupito tutti, quello del romano: dopo quasi tre anni dal ritiro, a 44 anni di età e spinto dalla pura passione e dalla voglia di rimettersi in gioco, è rimasto in testa per tutti i turni di prove del venerdì. La seconda fila in griglia e le due gare terminate al sesto posto (la seconda a meno di sei secondi dal vincitore) hanno testimoniato il suo stato di forma. “La wild card di Misano è stata una cosa molto bella, una grande manifestazione di affetto e di passione da parte di tutti gli amanti del motociclismo", ha commentato Max Biaggi. "Neanche io immaginavo la partecipazione e il coinvolgimento che ha saputo suscitare. Ed è stato per me anche un bel momento di sport, in tutto il weekend ho vissuto dei gran momenti in pista, mi riferisco in particolare al venerdì e alle due gare, specie la seconda. Tutto questo ci ha spinto a… non lasciare il lavoro a metà. "Ma non nascondo che la vera impresa è trovare le motivazioni forti per cogliere anche la nuova occasione di Sepang, una pista dalla quale manco da tanti anni e sulla quale non ho mai corso con la Superbike", continua Biaggi "Dunque non sarà facile ripetersi ai livelli di Misano ma il bello di questo ritorno è anche quello di affrontare sfide difficili. Ce la metteremo tutta per farci trovare pronti”. Max Biaggi è l’unico pilota italiano a essersi laureato campione del mondo SBK, la prima volta nel 2010 per poi bissare il trionfo nella sua ultima stagione di gare, nel 2012. Entrambi gli allori iridati sono arrivati alla guida della Aprilia RSV4, moto che Max ha sviluppato avendola avuta sin dal suo esordio nel 2009, e vera dominatrice della categoria con sette titoli mondiali (tre Piloti e quattro Costruttori) conquistati dal 2010 al 2014. “Il ritorno di Max a Misano è stato dettato dalla passione e dalla voglia che molti avevano di rivederlo in gara", ha commentato Romano Albesiano (Responsabile Aprilia Racing). "Il risultato è stato così positivo, anche nei termini di quanta passione quel ritorno ha suscitato, che è stato naturale pensare a un secondo episodio. Sepang è una pista che tradizionalmente si sposa bene alla RSV, d’altro canto Max manca da dieci anni da questa pista e non vi ha mai corso con la SBK. Ma, ancora una volta, prevarrà la curiosità di vederlo affrontare questa nuova e affascinante sfida”. Fiammetta La Guidara