Max Biaggi scenderà in pista da domani in sella alla RSV4 RF ufficiale al Sepang International Circuit, per prendere parte al decimo round della stagione in qualità di wildcard. Grande è l’attesa dei fan per rivedere all’opera il sei volte iridato. Il pilota romano ha già potuto compiere una quattro giorni di test sulla pista malese la settimana passata, non riuscendo però a sfruttare appieno l’occasione. “Quasi non riuscivo a credere di avere fatto tutto quel viaggio dall’Europa fino in Malesia per poi incontrare così tanta pioggia!" ha detto Biaggi. "Alla fine ci è rimasto soltanto un giorno valido e per giunta abbiamo avuto un problema tecnico. Ho fatto qualche giro, ma sicuramente non è stato abbastanza. Rispetto a dieci anni fa la pista ha qualche sconnessione in più, ma il tracciato è sempre speciale”. Max Biaggi a Sepang ha vinto quattro volte in 250cc ed in una occasione sia in 500cc che in MotoGP: per questo motivo, nonostante le difficoltà che il quarantaquattrenne potrà incontrare, Biaggi è più che contento di essere tornato in Malesia. “Sono felice di essere qui, Sepang è uno dei più bei tracciati al mondo”, ha continuato Biaggi. “Le condizioni meteo inoltre rendono questo evento davvero unico nel suo genere. Dopo Misano abbiamo preso la decisione di venire anche qui e ad essere onesti non mi ricordavo facesse così tanto caldo. Non possiamo farci niente, ma solo dare il massimo e preparare la giornata di gare al meglio”. Quali  gli obiettivi di Biaggi per il fine settimana? Fare meglio dei due sesti posti di Misano, anche se il podio gli appare come un obiettivo difficilmente raggiungibile. “Lo scopriremo presto. Sarà difficile perché a Misano ho sicuramente avuto più tempo a disposizione in pista, mentre qui non abbiamo avuto questa possibilità. Accetterò qualsiasi cosa arriverà anche se l’obiettivo è fare qualcosa in più rispetto al round precedente. È difficile pensare al podio comunque, dobbiamo tenere a mente che non ho corso per tanto tempo”, conclude Biaggi.