di Riccardo Piergentili A differenza di gara 1, gara 2 si corre sull'asciutto e, come accaduto in Supersport, gli equilibri cambiano. La Ducati, che sul bagnato era in difficoltà, torna competitiva grazie a un Davies in grande spolvero. Chaz se la deve giocare con le solite Kawasaki. Un piccolo passo in avanti dell'Aprilia, che comunque dimostra di non digerire la pista e l'asfalto di Magny Cours. Un'altra bella prestazione delle Honda, competitive su qualsiasi tipo di fondo. Al via, Sykes parte meglio di Rea, che si piazza in terza posizione studiando gli avversari (Davies e Sykes). A 15 giri dal termine Rea capisce che può "vincere facile" e inizia il suo attacco. Il primo a doversi arrendere è Sykes. Rea non perde troppo tempo a studiare Davies. Tenta subito di sorpassarlo, lo pressa, in modo aggressivo. Chaz tenta di resistere, cercando di sfruttare le sue doti di staccatore, ma alla fine deve arrendersi, perché Rea è più veloce. Molto più veloce. In gara 2 le Aprilia sono meno in difficoltà ma non ancora competitive. Haslam, dal quarto posto, osserva i primi tre da lontano. Leon non può rilassarsi e non può pensare al podio. Deve guardarsi le spalle da Van Der Mark, che a Magny Cours riesce a guidare con quella magia che, per una volta, ha permesso di trasformare la Honda in una moto competitiva quasi come le altre. Rea vuole vincere per distacco e una volta al comando inizia a spingere oltre il limite. Davies non è in grado di restare in scia al neo campione del mondo, anche perché all'uscita delle curve lente la Kawasaki di Jonathan è molto più efficace della Ducati di Davies. A 5 giri dal termine Van Der Mark sorpassa Haslam dopo un pressing durato tre giri. Un sorpasso spettacolare, all'esterno, in accelerazione. Questo è l'ultima emozione di una gara 2 meno emozionante di gara 1. Da segnalare che, avendo battuto Sykes in gara 2, Davies è sempre più vicino al secondo gradino del podio del mondiale. Se Rea continuerà a gareggiare per vincere, senza fare gioco di squadra, in Qatar Sykes dovrà contare solo sulle sue forze per battere Davies. Qui potete leggere la classifica di gara 2. Se volete sapere cosa è accaduto in gara 1, leggete qui. Qui potete leggere il commento della gara e le dichiarazioni dei piloti.