A Magny Cours dopo il sesto posto di gara 1 sull’asfalto bagnato, in gara2 Chaz Davies in sella alla sua Ducati ufficiale ha provato ad infastidire Jonathan Rea ma poi ha preferito non correre rischi nonostante il buon passo. Chaz Davies, ad un solo round dal termine della stagione, si mantiene al secondo posto in classifica generale, ma il suo vantaggio su Tom Sykes scende da 22 a 16 punti. “In gara 2 avevo un passo abbastanza veloce ma, considerando anche la mia posizione in classifica, ho scelto di non prendere troppi rischi, cercando di raggiungere Rea”, ha detto Davies. “A metà gara quando ho visto che Sykes aveva perso un po’ di terreno, ho deciso di accontentarmi della seconda posizione. “Nella prima manche, invece, avevamo proprio sbagliato il set-up, non facendo in tempo a cambiare dal ‘dry’ al ‘wet’ il nostro assetto”, spiega Davies. “Era come girare sul ghiaccio ed ho fatto di tutto per chiudere al sesto posto. Sono soddisfatto, sia per il fatto che quello di oggi è il mio primo podio Superbike a Magny-Cours, che per il fatto che andiamo in Qatar con un vantaggio di 16 punti su Sykes. Lui è sempre stato forte qui in Francia e quindi mi aspettavo di perdere più punti oggi; è andata bene quindi e adesso ci concentriamo sull’ultimo round”.