Jonathan Rea si è già laureato campione del mondo con netto anticipo, ma non vuole lasciare niente agli avversari nemmeno nella prima giornata dell’ultimo round della stagione. L'alfiere della Kawasaki, infatti, ha chiuso il venerdì di prove libere con il miglior tempo, fatto segnare al penultimo passaggio sul traguardo del secondo turno odierno. Il ventottenne nordirlandese ha fermato i cronometri sul tempo di 1’58.252, scalzando dalla prima posizione un Jordi Torres nuovamente in gran forma dopo il miglior tempo fatto segnare nel turno della mattinata. Rea, del resto, non fa mistero del fatto di essere  in cerca del record assoluto di punti nel Mondiale Superbike, per il quale gli mancano ‘solo’ 25 punti. Terzo posto per Tom Sykes l’altro portacolori ufficiale Kawasaki, soltanto 19 millesimi più veloce del suo rivale per il posto da vice-campione di questa edizione, il gallese Chaz Davies. Quinta posizione per un Michael van der Mark che mostra nuovamente dei segnali incoraggianti dopo le ottime prove di Jerez e Magny-Cours, con il giovane olandese che si è messo dietro Leon Haslam, Xavi Fores, Randy de Puniet ed Alex Lowes, con Niccolò Canepa a completare la top 10. Qui i tempi della prima giornata di prove libere della Superbike a Losail.