Le dichiarazioni dei piloti Aprilia spiegano quello che si era visto in pista, durante le prove e la Superpole. Torres (sopra) è senza dubio il pilota più forma e quello che ha trovato la migliore messa a punto. Con la gomma da gara Jordi è veloce quasi quanto le Kawasaki, però lo spagnolo non è riuscito a sfruttare la gomma morbida. Torres, però, potrebbe essere un cliente scomodo, in gara. Haslam ha mostrato positività, dato che la sua prestazione sembra essere stata penalizzata da un malfunzionamento alla catena di trasmissione. Jordi Torres (sesto classificato nella Superpole 2, in Qatar): "È davvero un peccato per la Superpole. Con la gomma da gara ho fatto un bel giro, e nelle prove abbiamo dimostrato di avere un buon passo. Con la morbida fatico a capire bene il suo grip. Sembra che scivoli invece so che può offrire maggiore aderenza. Anche la maggiore spinta sull’anteriore mi crea qualche problema. Ad ogni Superpole imparo qualcosa ma possiamo fare decisamente meglio. Ho fatto due errori che mi hanno fatto perdere qualche decimo ma soprattutto la confidenza. Sono positivo in vista di domani perché mi piace molto come si comporta la RSV4 con gomme da gara". Leon Haslam (quinto classificato nella Superpole 2, in Qatar): "Abbiamo fatto un grande passo avanti rispetto a ieri; la moto lavora in maniera decisamente migliore e sono piuttosto soddisfatto. In Superpole ho fatto due errori, sempre nel primo settore, uno dei quali ha stressato troppo la catena. Questo causava delle vibrazioni anomale che hanno in parte compromesso la nostra prestazione. Il tempo è stato comunque buono nonostante questo inconveniente, siamo a meno di un decimo dalla prima fila. Viste le iniziali difficoltà di questo weekend sono contento di com’è andata oggi". Riccardo Piergentili