Tom Sykes si è congratulato con Chaz Davies per aver conquistato il secondo posto nell’edizione 2015 del Mondiale Superbike. Il portacolori del Kawasaki Racing Team e quello dell’Aruba.it Racing – Ducati Superbike Team si sono affacciati all’epilogo stagionale divisi da sedici punti, che l’inglese non è riuscito a colmare nell’ultimo round. "È stato un round difficile ma, a conti fatti, sono soddisfatto con me stesso perché abbiamo dato il massimo partendo da una situazione non semplice” ha commentato Sykes, riferendosi soprattutto alle difficoltà di inizio stagione. “Ci siamo ritrovati a che fare con un compromesso in termini di prestazioni, quindi è importante per me essere comunque andato a podio ed aver vinto queste gare mi è di grande motivazione per il prossimo anno”. “In generale, è andata bene. In gara 1 abbiamo avuto un problema tecnico con l’elettronica, perché si è inserito il controllo di trazione completo che ha tagliato la potenza. Ho provato a ridurlo, ma dopo due curve compariva nuovamente Ho fatto fatica, ma in gara 2 siamo arrivati vicino alle prestazioni che cercavamo”. Campione del Mondo nel 2013 e vice-campione sia nel 2012 che nel 2014, Sykes sperava in quello che sarebbe stato il quarto piazzamento tra i primi due in altrettanti edizioni. “Ad essere onesti, è un peccato aver perso il secondo posto – mi sarebbe piaciuto mantenere questo record – ma Chaz se lo è meritato” ha aggiunto Sykes. “Ha fatto una seconda parte di stagione incredibile, è stato davvero competitivo e anche all'ultimo round ha guidato davvero bene. Complimenti a lui. Il terzo posto per me non è niente di cui possa vergognarsi, ma speriamo il prossimo anno di ottenere qualcosa in più.” Tra due settimane il Kawasaki Racing Team scenderà in pista per il primo test invernale a MotorLand Aragon. Per i primi due giorni di test, Sykes scenderà in pista da solo, perché Jonathan Rea resterà a casa per assistere alla nascita del suo secondogenito.