Nicky Hayden ha lasciato la MotoGP dopo tante stagioni e tante amicizie coltivate nel paddock. Una di queste è l'amicizia con Stefan Bradl: i loro motorhome erano spesso parcheggiati vicini nel paddock. Speedweek.com ha intervistato il pilota tedesco per chiedergli cosa pensa del passaggio di Nocky Hayden nel mondiale Superbike. "Nicky è stato molto a lungo in MotoGP e ha vinto anche un titolo mondiale. Questo è qualcosa di speciale", ha detto Stefan Bradl. "E' stato lui stesso a dirmi che alla sua età ha un senso fare questo passo. Si tratta sicuramente una nuova sfida per lui. Mi ha detto di essere molto contento. Penso che potrebbe essere il primo pilota a conquistare un titolo mondiale sia in MotoGP che in Superbike". Il 34 enne Nicky Hayden correrà in sella alla Honda ufficiale, che nella stagione appena trascorsa ha portato al 6° e 7° posto Sylvain Guintoli e Michael Van dder Mark. Nei primi test della Superbike a Jerez, 'Kentuky Kid' ha snocciolato parecchi giri per abituarsi alla CBR1000RR e alle gomme Pirelli e alla fine ha concluso con un ottimo quarto posto dietro a Sykes, Rea e Fores. "E' stata una sua decisione e come tale va rispettata. Se ha la possibilità di vincere il titolo non è possibile ancora valutarlo, ma la sua presenza farà sicuramente del bene al mondiale Superbike", conclude Bradl. Non va dimenticato che nel 2006 Nicky Hayden è stato il pilota capace di interrompere la striscia vincente di Valentino Rossi, che aveva conquistato cinque titoli consecutivi. In un finale ad alta tensione a Valencia, Hayden ha mantenuto i nervi saldi, mentre Rossi è caduto. E con il terzo posto alle spalle di Troy Bayliss e Loris Capirossi, l'americano conquistò il mondiale. Ed è certo che anche nel mondiale Superbike di quest'anno molti occhi saranno puntati su di lui. Fiammetta La Guidara Foto Speedweek.com