Da settembre dello scorso anno è evidente che Aprilia si sia focalizzata sul progetto MotoGP per la stagione 2016, non avendo trovato un parter ideale per il mondiale Superbike. Nessuna Aprilia RSV4 in griglia, dunque. Una realtà che sembra incredibile, soprattutto alla luce degli ottimi risultati dalla Casa di Noale dal 2009 in poi, con tre titoli mondiali conseguiti grazie alla doppietta di Max Biaggi e all'iride conquistata da Sylvain Guintoli nel 2014. E per non andare troppo indietro nel tempo, nell'ultima gara dello scorso anno, in Qatar, Aprilia ha siglato due vittorie, con Jordi Torres e Leon Haslam. Ma dallo scorso settembre è divenuto chiaro che Aprilia non avrebbe potuto permettersi un team ufficiale in Superbike per il 2016. Per mesi - riporta Speedweek.com - Aprilia ha negoziato con squadre come Milwaukee, 3C, Nuova M2, Red Devils Roma, Althea, AB Motoracing e JR Racing, ma senza trovare accordi soddisfacenti. Aprilia sembra però non voler rinunciare ad avere una RSV4 in griglia, e ora sta dialogando con Nuova M2, che già schiera l'Aprilia nella Superstock 1000 con Lorenzo Savadori, che ha 22 anni e che potrebbe passare poi nel mondiale Superbike o diventare collaudatore della MotoGP - anche se c'è già Mike di Meglio, contrattualizzato fino al 2017, come del resto Sam Lowes. Per la MotoGP invece ci sono Alvaro Bautista e Stefan Bradl. Dalle indiscrezioni rivelate dalla testata tedesca, Aprilia punta molto su Lorenzo Savadori e sta pensando ad una stagione nel mondiale Superbike con una squadra composta da un solo pilota. Un'impresa che potrebbe costare intorno ad un milione di euro. Il progetto - se andrà in porto - dovrà essere pronto per la fine di febbraio, quando la stagione prenderà il via in Australia.