A Imola Ducati ha fatto man bassa, con la doppia vittoria di Chaz Davies e due piazzamenti in top 5 per il compagno di squadra Davide Giugliano. Il pilota romano della Ducati è stato protagonista di una gran rimonta dopo le difficoltà dei primi giri, che gli hanno impedito di lottare con le due Kawasaki ufficiali di Rea e Sykes. “Abbiamo fatto un altro passo in avanti con il set-up e probabilmente avrei potuto lottare per il podio considerando che ero veloce quanto Sykes, ma ho consumato troppo presto la gomma posteriore”, ha spiegato Giugliano, quinto sabato in Gara1 dietro la BMW Althea di Jordi Torres e quarto il giorno dopo dietro a Tom Sykes. A confronto con gli ultimi due round, questo è stato sicuramente positivo, con due piazzamenti nei primi cinque che aumentano la mia fiducia per i prossimi impegni”. Giugliano era partito dalla seconda posizione nella doppietta Ducati della superpole, mentre lo scorso anno partì dalla pole al rientro dopo l’infortunio. “Vorrei ringraziare tutti i tifosi Ducati che mi hanno manifestato il loro calore nonostante i nostri recenti problemi” ha aggiunto Giugliano. Sepang sarà un’altra dura battaglia, sia per il clima che per il tracciato, ma non ci tireremo indietro”.