Fabrizio “Piro” Pirovano: addio a un mito della Superbike

Fabrizio “Piro” Pirovano: addio a un mito della Superbike

A soli 56 anni, dopo una lunga malattia, è scomparso uno dei piloti che hanno fatto la storia del campionato per derivate di serie

13 giugno 2016

Se n’è andato domenica 12 giugno all’alba, Fabrizio Pirovano. Per gli appassionati di gare di moto degli anni Ottanta e Novanta, era un mito. Insieme a piloti come Merkel, Roche, Tardozzi, Lucchinelli, Mertens, Phillis, Monti e Falappa, fu uno dei “pionieri” del campionato mondiale Superbike, affacciatosi nel calendario della velocità iridata alla fine degli anni Ottanta.

PIONIERE SUPERBIKE - Anche grazie alle sue prestazioni, il mondo delle due ruote si appassionò a questa formula: “Piro” (così lo chiamavano da sempre avversari, tifosi e addetti ai lavori) contribuì in modo importante a far diventare quello della Superbike un circus di grande successo. Negli otto

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora
  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi