Sandro Cortese, iridato Moto3 e Supersport 600, ha gradito molto l’esperienza vissuta nel team GRT, primo suo anno nella top class delle derivate di serie, tanto da volerci riprovare su una Yamaha, ma con una tuta dalle scritte differenti.

Il tedesco non è presente nella entry list futura, tuttavia, rumors vicini alla squadra olandese Ten Kate lo danno come prossimo compagno di garage del francese Loris Baz, quest’anno davvero sorprendente in sella ad una R1 allestita dai fratelli Gerritt e Ronald. Storicamente legata a Honda - con successi a raffica in 600 ed allori nella 1000 - Ten Kate ha ben interpretato il passaggio a Yamaha, allestendo una squadra di livello, con tecnici di esperienza. Mick Shanley, abile e vincente con Joshua Brookes nel BSB, transitato da BMW e Aprilia con gli stessi colori Milwaukee, era sotto le vesti Red Bull prima del “litigio” dei Ten Kate con il marchio di Tokio. A fianco di Loris, il britannico ha potuto lavorare bene sin dal primo test, ed i risultati dell’altissimo e veloce transalpino lo hanno dimostrato.

Ad appoggiare la presenza di Sandrino nella serie, il munifico sponsor Liqui Moly, una nazionalità che piace a Dorna, il ritorno in calendario della gara di Oschersleben, sede storica SBK e tracciato gradito dai piloti Endurance. Qualora Cortese arrivasse davvero (pare che corridore e staff abbiano firmato e debbano lanciare la notizia), costituirebbe insieme a Baz una coppia temibile, sia per le marche concorrenti, che per le stesse formazioni Yamaha. Razgatlioglu, Van Der Mark. Gerloff e Caricasulo sono già avvisati.