Un appuntamento interessante, che possa soddisfare gli appassionati di fotografia e motosport, nella stessa diretta Facebook sulla pagina ufficiale di Sabatini fotografia.

Si chiama “Un Caffè con Sabatini” ed è un incontro “virtuale”, che coinvolge un abile ed esperto nome dello scatto motociclistico, collaboratore di Motosprint da tanti anni.

Fabrizio Porrozzi di GP Agency ha immortalato con migliaia di immagini le azioni in pista ed i momenti nel paddock di tutti piloti SBK, dalla prima edizione datata 1988 all’ultimo round 2020, disputato a Phillip Island.

La sua esperienza professionale può raccontare la storia completa del mondiale dedicato alle moto di serie, evoluto di anno in anno, rimasto però sempre sé stesso:Mi vengono in mente tantissimi episodi - Fabrizio è una fonte preziosissima - vissuti personalmente in ogni circuito del campionato. Il denominatore comune è sempre stato e ancora è rappresentato dal contatto umano, perché la SBK si conferma come la gente che attira: il coinvolgimento è diretto, il legame che si instaura tra addetti ai lavori e appassionati diventa forte. Delle prime edizioni ricordo piloti festeggiare la vittoria sul podio, tenendo in braccio i propri figli. Sono passati tanti anni e adesso possiamo ancora vedere Rea muoversi nel paddock coi suoi bambini. La natura della categoria è tuttora intatta e unica. In altri campionati, seppure bellissimi, vigono più barriere. Nella SBK c’è maggior libertà”.

Per un ambiente che conserva i propri valori, è il mestiere ad aver richiesto nuove esigenze:All’inizio fotografavo in serie e, tramite via aerea, spedivo i rullini alla redazione di Motosprint - Fabrizio svela l’evoluzione tecnica della professione - più avanti sono passato alla digitalizzazione delle immagini, con relative procedure. Oggi basta un click e, direttamente dalla macchina, la foto può essere inviata al destinatario. Internet ha cambiato il metodo, ma la qualità e l’amore profuso nella fotografia, la passione per le corse di moto e la stima nei confronti dei piloti rimangono da parte mia immutate".