SBK 2020, si riparte dalla Spagna

SBK 2020, si riparte dalla Spagna© GPAgency

La bozza del calendario rivisto prevede Jerez, Portimao, Aragon e Barcellona. L'obiettivo di Dorna e Pirelli è disputare almeno nove round, includendo Misano 

9 giugno 2020

Penisola Iberica e tour estivo nel Sud Europa. La SBK 2020 riparte dalla Spagna, prosegue in Portogallo e torna in Spagna per altre due volte. 

Con un gran lavoro riorganizzativo, Dorna ha creato una bozza di calendario - provvisoria - comunque attendibile, andando sul "sicuro", ovvero, dove l'organizzazione sa già come muoversi per allestire weekend di gare che rispettino le norme dettate dalla pandemia Covid-19.

Il primo appuntamento della ripartenza - nel computo della stagione sarà il secondo, considerando ii grande inizio di Phillip Island - sarà a Jerez de la Frontera, Andalusia. Nei giorni 1 e 2 agosto, le classi Superbike, Supersport 600 e Supersport 300 riaccenderanno i motori, con i rispettivi leader di classifica a difendere il primato: Alex Lowes e Andrea Locatelli, mentre per la piccola cilindrata sarà il debutto ufficiale.

Essendo l'Angel Nieto non poi così distante dal circuito dell'Algarve, lo spostamento a Portimao è più che sensato. Terza tappa 2020 in Portogallo, nel bellissimo saliscendi situato nel Sud del Paese. Da Siviglia al circuito ci sono circa tre ore di auto, piloti e addetti ai lavori si sposteranno tra un round e l'altro via terra.

Un piccolo break e nuovamente la Spagna, in questo caso nel deserto nei pressi di Alcaniz. Il tecnico Motorland di Aragon ospiterà l'evento alla fine del mese di agosto, partendo da venerdì 28 a domenica 30. Camion e materiale partiranno dal Portogallo e giungeranno in loco nel tempo utile previsto per spostamenti ed allestimenti nel paddock.

La volontà di inserire le gare di Barcellona a settembre, nel weekend del 18 e 19. Il circuito del Montmelò è una primizia nell'ambito delle derivate di serie mondiali e i piloti sono tutti entusiasti di poterci correre. Qualora non fosse possibile organizzare tutto per settembre, la possibilità ricadrà nel mese di ottobre, circa 30 giorni dopo.

Per ulteriori date, Dorna e Pirelli stanno continuando a lavorare. Giorgio Barbier, responsabile di pista della Casa milanese di pneumatici, è ottimista: "Innanzitutto, è bello vedere che le cose stiano tornado progressivamente alla propria normalità - spiega - e, nonostante la pausa forzata, proporremo il miglior spettacolo possibile. L'obiettivo è di totalizzare nove round, possibilmente portando il pubblico in pista nei circuiti che necessitano di questa condizione. Dovremo attendere le varie disposizioni locali. Tra questi impianti, cito Misano, tappa a cui noi teniamo molto. Speriamo di poterci correre".

"Per quanto riguarda gli pneumatici sappiamo che in estate nella Penisola Iberica farà molto caldo, con temperature di asfalto a toccare i 60 gradi, In questo senso, porteremo ai piloti soluzioni e specifiche di gamma ad hoc, per garantire tenuta alla gomma anteriore e durata alla posteriore. In pista vedremo tutte e tre le classi, questa è una ulteriore buona notizia di come team e piloti abbiano reagito negli ultimi mesi".

Calendario provvisorio 2020 SBK


28 febbraio-1 marzo, Phillip Island (disputata da Superbike e Supersport 600)

1-2 agosto,  Jerez de la Frontera (Superbike, Supersport 600 e 300)

8-9 agosto, Portimao (Superbike, Supersport 600 e 300)

29-30 agosto, Aragon (Superbike, Supersport 600 e 300)

19-20 settembre, Barcellona (Superbike, Supersport 600 e 300)

in attesa di ricollocazione: Misano, Magny - Cours, Donington e Assen

MV Agusta: la F4 tornerà anche in SBK

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi