In questo periodo, le video interviste vanno molto di moda. A questo giro, il sito ufficiale SBK ha chiamato Alvaro Bautista, spagnolo in forze al team Honda HRC, la squadra che ha messo in pista a Phillip Island la nuovissima CBR RR-R Fireblade, affidata anche al compagno di box Leon Haslam.

Bautista, al secondo anno nelle derivate di serie, ha spiegato come sia rimasto positivamente colpito dalla sua cavalcatura: "La nostra moto è dotata di un grande potenziale - ha detto il numero 19 - anche se, per farla funzionare al meglio, sarà opportuno sistemare alcuni dettagli. Abbiamo dimostrato di non essere distanti dai più veloci, ecco perché mi sento fiducioso di come andranno le cose una volta tornati a gareggiare".

Poi, Alvaro ha toccato un altro aspetto: lo sviluppo. Lo stop imposto e la relativa pausa hanno inficiato sul lavoro del reparto corse giapponese: "Essendo questa una stagione più corta di quanto avrebbe dovuto essere, noi saremo svantaggiati - ha precisato - perché i test invernali non ci hanno consentito di mostrare una buona velocità. Non potremo lavorare come vorremmo e questo per noi rappresenterà un elemento peggiorativo".

Il MotoAmerica è pronto al secondo round stagionale, evento aperto al pubblico