Il sabato perfetto per Scott Redding sull'Angel Nieto di Jerez. Il pilota Ducati conquista prima la pole position poi la sua prima vittoria in carriera in SBK. 

Nonostante una partenza non è perfetta e gara ad inseguire Rea e Razgatlioglu, Scott ha avuto comunque la meglio, forte di una strategia perfetta: è rimasto incollato alla Yamaha del turco fino all’11° giro poi una volta superato si è lanciato alla caccia di Rea che supera a 5 giri e involarsi verso la vittoria. Un risultato che gli vale anche il comando della classifica del Campionato con 64 punti.

Il caldo, il grande rivale


"Una grande giornata - le parole di Scott -  pole position e vittoria, non sarebbe stato possibile fare meglio. La gara è stata molto dura a causa della temperatura. In alcuni momenti ho sofferto molto. Ringrazio il team per avermi messo a disposizione una moto che ha lavorato molto bene. Quando ho iniziato a soffrire? Da quando sono entrato in pit lane. Sono condizioni estreme e domani sarà ancora più difficile. Ma questo è un problema per tutti i piloti”.

Davies: "Non sono soddisfatto"


Anche Chaz Davies è protagonista di una gara eccellente conclusa al quarto posto dopo una grande rimonta. Partito dalla 7° posizione, si è ritrovato 11° alla prima curva e, dopo una bella rimonta, ha acciuffato un buon 4° posto dopo aver superato Loris Baz a 3 giri dalla fine. Gara che poteva finire ancora meglio dopo il bel duello per il podio con Razgatlioglu fino all’ultima curva.

"Purtroppo la partenza non è stata delle migliori - dichiara Davies - ed ha compromesso la possibilità di lottare per il podio fin dai primi giri. Durante la gara, però, il passo è stato buono e mi ha permesso di recuperare molte posizioni. Soddisfatto? Lo sarei se avessi alzato un trofeo. Dobbiamo lavorare domattina per cercare di sistemare dei piccoli dettagli che mi consentano di essere più incisivo”.

Melandri soddisfatto di Gara 1: "Ottima gara! Podio domani? Se parto bene, chissà..."