E’ uno Scott Redding estremamente soddisfatto. L’inglese del team Aruba.it Ducati lascia Jerez con due vittorie, la pole position, il secondo posto della Superpole Race di questa mattina e soprattutto la testa del Mondiale con una gara di vantaggio sul diretto rivale Jonathan Rea.

Settimana prossima si tornerà già in pista a Portimao ma intanto Scott Redding si gode quanto fatto nel weekend in terra andalusa. Scott ha cambiato marcia rispetto al weekend inaugurale in Australia nel quale ha ottenuto 3 terzi posti ma è risultato molto più cauto. A Jerez ha iniziato in modo più aggressivo ed i risultati ottenuti lo testimoniano.

Ero sicuro di avere il passo per vincere


Molto contento per i risultati ottenuti” – ha esordito Scott – “due vittorie, pole position ed un secondo posto. Sono contento per il team che mi ha dato una grande moto per queste condizioni e farmi guidare al meglio. Abbiamo fatto un grande lavoro. Avrei potuto vincere la Superpole Race di questa mattina, avevo il passo per farlo ma sono rimasto bloccato dietro a Razgatlioglu per un paio di giri. Nel pomeriggio ero sicuro di avere il passo per vincere, mi sono sentito bene con la moto, sono scappato via subito riuscendo a fare i miei tempi. Sono contento di aver portato a casa due vittorie per Ducati

Alla domanda se il titolo è uno degli obiettivi, Scott ha risposto che: “Il titolo è l’obiettivo, nient’altro. Sono arrivato qui per cercare di vincere il titolo e se non riuscirò a vincere delle volte lo accetterò. Mi sono sentito bene anche con le alte temperature, il team è felice per la doppietta con Chaz e non vedo l’ora della prossima gara”.