Chi ha prevalso nella mattinata del day one dei test di Jerez? La pioggia. Si è aperta sotto il segno del maltempo infatti la due giorni di test Superbike, che non ha permesso alla maggior parte dei piloti di sfruttare minimamente la mattinata. Alcuni piloti come Alvaro Bautista si sono recati in hotel, altri come Maverick Vinales (ospite illustre al pari di Zarco, Bradl e Pirro) hanno rinunciato direttamente a presentarsi in circuito.

Soli tre piloti in pista


Durante la mattinata sono scesi così solo tre piloti in pista, dei quali nessuno dei tre appartenenti alla griglia Superbike. Il primo temerario è stato Sylvain Barrier, presente a Jerez come portacolori del team ERC Ducati Endurance: il francese è stato anche il primo pilota della due giorni a scivolare, distruggendo un airfence con conseguente bandiera rossa, in modo da permettere ai marshall di sostituirlo.

Di seguito è stato il turno di Stefan Bradl, in pista (come già in passato) nei panni di tester Honda MotoGP. Anche per il tedesco sole poche tornate per saggiare la pista, salvo poi rientrare ai box per comunicare agli uomini Honda le prime informazioni su cui lavorare.

L’ultimo (per il momento) a sfidare il bagnato asfalto andaluso è stato Leonardo Taccini, al debutto assoluto con la Kawasaki del team Orelac, con la quale disputerà il mondiale Supersport. L’ex pilota del team Leopard nel CEV (come testimonia la sua tuta) ha compiuto solamente quattro tornate prima che la ragione prevalesse sull’entusiasmo, consigliandogli di tornare nel suo angolo del box neroverde.

Il prosieguo della giornata è ora tutto da capire. La pioggia non accenna a diminuire ed il tracciato resta completamente bagnato, con le basse temperature attuali che non aiuteranno (in caso) certo l’asfalto ad asciugarsi in fretta, tanto che alcuni team stanno paventando l’idea di non scendere minimamente in pista, per risparmiare una giornata di test tra quelle concesse dal regolamento. Non resta dunque che aspettare l’evolversi della situazione, incrociando le dita per un meteo migliore.

SBK, Rea e Kawasaki ripartono da Jerez: obiettivo settima gemma