SBK, Pirro: “Ducati può vincere con tutti i piloti”

SBK, Pirro: “Ducati può vincere con tutti i piloti”© GPAgency

Michele spiega il lavoro fatto dalla Casa bolognese nelle derivate di serie: "Redding, Rinaldi, Davies e Rabat sono uno schieramento di primo livello, l'attenzione per ognuno è la medesima e tutti proveranno a battere Kawasaki"

21 gennaio

Michele Pirro guarda il cielo e non si dimostra per nulla soddisfatto. Il pilota pugliese è venuto fino a Jerez, nell'obiettivo di girare con una Ducati stradale. Condizioni meteo davvero ostili hanno suggerito lui ed i team presenti della SBK a rinunciare.

Il numero 51, tra l'altro, si è sentito via messaggio con Maverick Vinales: "Mi ha detto che di venire in pista nemmeno ci pensava - scherza - ed in fondo, lo capisco. Lui potrà sfruttare altre giornate qui in Spagna, dove il meteo è piuttosto favorevole. Io sono arrivato dall'Italia, affrontando il viaggio e tutto quanto. Mi sarebbe stato utile girare, invece..."

C'è ancora oggi, tuttavia.

"Sì, e spero che almeno sia un po' asciutto. Anche perché è da tempo che non vado tra i cordoli, perciò sarebbe fondamentale spenderci una giornata completa. Voglio arrivare pronto ai test MotoGP prestagionali e, oltretutto, ho voglia di divertirmi, dopo un 2020 davvero complicato. L'anno scorso non ho potuto disputare le wild card e le presenze in gara sono state agevolate dall'infortunio di Bagnaia. Non è mai bello sostituire un collega infortunato".

Però, quest'anno farai le tue wild card.

"Ne sono molto contento, ci voleva. Sarò al Mugello, a Misano e Valencia. Molto bene, non vedo l'ora e farò del mio meglio per arrivarci preparato. La stagione 2021 sarà molto importante, perché in Ducati abbiamo obiettivi ambiziosi. La linea verde adottata dall'azienda vede piloti giovani schierati nel team ufficiale, come negli altri supportati dalla Casa. Lavoreremo sodo per essere competitivi".

Più punte forti e ufficiali si hanno, meglio è


Per contrastare Kawasaki e Rea, serve una potenza di fuoco. Michele descrive il panorama Ducati: "Scott Redding e Michael Ruben Rinaldi costituiscono una coppia forte e competitiva. Chaz Davies e Go Eleven avranno un trattamento simile a quello ufficiale, come Barni e Tito Rabat. Sì, penso che Ducati possa vincere in SBK con tutti i piloti, ognuno di loro può battere la Kawasaki, perché l'attenzione della Casa è la medesima".

Leon Camier parla del suo nuovo ruolo di team manager HRC in SBK

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi