Johann Zarco è stato uno dei pochi piloti che a Jerez hanno voluto sfidare il maltempo. Il francese ha girato con la sua Panigale V4S 1100 gommata Michelin, allenandosi in vista della stagione MotoGP 2021, che già vede alcune modifiche al calendario.

Il pilota del team Pramac Ducati ha spiegato quanto e come gli piaccia la SBK e non disdegna affatto un futuro nella serie delle... derivate di serie! L'articolo è stato letto anche da Manuel Puccetti, sempre attendo e presente, che ci ha poi svelato un particolare: "Io e Zarco abbiamo parlato di una possibile collaborazione - le parole del team manager emiliano - l'idea era di fare la Superbike insieme. Dopo un meeting avuto a Misano MotoGP 2019, io gli feci una offerta per l'anno successivo. Gli dissi che avremmo potuto vincere il Mondiale".

Nel 2020 Johann ha corso con Avintia, guadagnandosi il posto in Pramac. Manuel condivide la scelta: "Chiaramente ha fatto bene - ammette - la Top Class rimane la Top Class. Ed il team Pramac di gran livello. Però, peccato: l'anno scorso avremmo potuto raccogliere entrambi di più. Sia noi che lui, insieme. Sulla Ninja con cui Razgatlioglu vinse due gare, ottendendo 13 podi, Zarco avrebbe potuto fare bene".

Lucas Mahias non è una seconda scelta


Sicchè, tra Puccetti e Johann ci fu... un nulla di fatto: "Lui era interessato, come detto - ancora Manuel - e contento di aver ricevuto la mia proposta. La trattativa era top secret, all'epoca, e coinvolgeva Kawasaki Europa. Il passaggio del francese al team Avintia vanificò le cose, ma io e Johann ci siamo detti che un 'mai dire mai' vale la situazione".

Anche perché, ora c'è un altro bravo francese nella squadra motorizzata da Akashi: "Lucas Mahias non rappresenta una seconda scelta - Manuel precisa - tutt'altro. Abbiamo un pilota forte e so che sulla nuova ZX-10RR sarà in grado di ben figurare. Non vediamo l'ora di iniziare il campionato, vogliamo arrivare preparati adeguatamente alla sfida 2021".

Marc Marquez intensifica gli allenamenti pensando al ritorno in pista