SSP, Caricasulo: “Navarra? Un mix tra autodromo e kartodromo”

SSP, Caricasulo: “Navarra? Un mix tra autodromo e kartodromo”© SBK Official

Federico ha effettuato un test con il team Yamaha GMT94 sulla pista spagnola, novità del calendario 2021: "Ci sono punti veloci da pelo sullo stomaco, più una parte lenta e tecnica. Mi piace, è divertente"

Da Ravenna a Navarra in auto, per 17 ore di viaggio all'andata ed altrettante al ritorno. Federico Caricasulo si è recato in Spagna, dove ad attenderlo c'era il team GMT94, squadra con la quale affronterà quest'anno la Supersport iridata. Dopo una (mezza, più o meno) stagione disputata con la 1000, il giovane pilota romagnolo torna alla 600.

E torna alla Yamaha R6, moto con cui in passato ha fatto molto bene. La formazione francese, guidata da Christophe Guyot, ha effettuato un test preliminare su quella che sarà una pista nuova del calendario SBK 2021: "Mi è piaciuta e mi sono divertito - le parole del Carica - il tracciato è bello. Magari, un po' piccolino, ma variegato. I primi due settori sono molto tecnici e voleci, da pelo sullo stomaco. Poi, c'è una parte guidata piuttosto lenta, comunque tecnica ed impegnativa".

Chi non ci ha ancora girato, è curioso di metterci le ruote al più presto. Ecco come Federico definiribbe Navarra:  "Mi è sembrato un mix tra il classico autodromo ed un piccolo un kartodromo - descrive - l'asfalto sarebbe, magari, da rifare, perché è un po' rovinato. Ci sono buche, però, nel complesso, il tutto mi è piaciuto davvero ed è stato bello guidare la moto da corsa".

Test GMT94 redditizio per il Carica, che divide il box con Cluzel


Andare fino Navarra per acquisire parametri e riferimenti utili (anche) per il round che si terrà ad agosto. Federico è contento del lavoro condiviso con GMT94": Il test è andato bene - conferma - e con la squadra abbiamo lavorato in maniera soddisfacente, infatti, ho notato come siano stati compiuti da parte nostra dei notevoli passi avanti. Dal nostro inizio ad oggi, siamo cresciuti e vogliamo continuare così".

In pista c'era anche Jules Cluzel, compagno di box del carica, tuttora con il numero 16 sul cupolino della sua R6. Federico, invece, ha il 94, lo stesso che contraddistingue la compagine transalpina. In azione, pure Ana Carrasco con la Ninja 400 e Johan Gimbert, sempre su Kawasaki. 

Valentino Rossi ha ritrovato il "suo" Mugello, girando con la Yamaha R1 di serie

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi