A metà della seconda giornata di test SBK, sventola la bandiera a stelle e strisce. Garrett Gerloff guida il plotone, mettendo in vetta la Yamaha R1 M. Il pilota GRT ha siglato il tempo di 1'40"790, rispondendo all'attacco di Johnny Rea, sempre meglio con la nuova Kawasaki Ninja.

Dal campione al texano, dodici millesimi a separarli. Pochissimi. Appena dopo, Tom Sykes con la M1000 RR, quattro cilindri tedesca efficace nel giro secco, Poi, la Ducati di Scott Redding, miglior rappresentante di Borgo Panigale al Montmelò. Chiude la top five Alex Lowes, seconda puntra Provec KRT.

Andrea Locatelli e Michael Ruben Rinaldi ricoprono le posizioni numero 6 e 7: i due azzurri fanno meglio di Axel Bassani e Samuele Cavalieri, rispettivamente dodicesimo e ventesimo. In una mattinata di lavoro intensa, si registra la defezione di Toprak Razgatlioglu.

La classifica dei tempi