Ancora Ducati in vetta nel saliscendi del Motorland ma, a differenza di stamane, oggi è una V4 R "Indipendente" a comandare il piccolo gruppo di squadra SBK presenti ad Aragòn. Lui è Chaz Davies, neo acquisto Go Eleven, alla terza uscita stagionale.

Dopo i due giorni di test effettuati a Barcellona, il gallese è già a suo agio con team e moto, contraddistinta - come le ufficiali - dai cerchioni anodizzati e dalla colorazione "ciano" che, vi piaccia o no, si fa ben riconoscere. Il crono siglato dal numero 7 è 1'49"878. 

Molto meglio, quindi, di quanto accaduto qualche ora fa. La pista era stata bagnata ieri da uno scroscio di pioggia, poi è arrivato il freddo, per giunta mancava gommatura sull'asfalto. Giro dopo giro, i piloti hanno fatto crollare i tempi, sebbene il record 2020 stampato da Johhny Rea con la Kawasaki - 1'48"860 - sembri ancora lontano.

Aruba costretta ad inseguire, Gerloff prima punta Yamaha, cresce Bassani


Fino alla noia, diremo che nelle prove prestagionali i tempi registrati contino fino ad un certo punto. Dipende dal lavoro fatto, dalle coperture utilizzate e così via. Oggi, però, il duo Aruba Factory guarda la moto cugina Go Eleven dal basso. Michael Ruben Rinaldi e Scott Redding sono, rispettivamente, secondo e terzo.

Ancora una volta è Garrett Gerloff il primo rappresentante per la Casa di Iwata nei monitor dei box. L'americano GRT e la R1 versione 2021 sono seguiti da Tito Rabat per Barni e dal rookie Andrea Locatelli, portacolori Crescent-Brixx. Axel Bassani (nella foto qui sopra) con la V4 R Motocorsa cresce bene, perché davanti ai più esperti Kohta Nozane, Chris Ponsson e Nick Canepa. Dobbiamo precisare, tuttavia, come il genovese - sostituto di Razgatlioglu - tornasse in sella dopo l'infortunio rimediato due mesi fa.

La classifica dei tempi