Martedì e mercoledì 21 e 22 aprile, ovvero, i giorni in cui il team Provec KRT porterà in pista i due piloti ufficiali, Johnny Rea ed Alex Lowes. La squadra verde con base a Barcellona sarà - come descritto nei test del Montmelò - di nuovo al completo, per un lavoro molto utile sulle Ninja SBK affidate alla coppia britannica. 

Infatti, proprio il Motorland aprirà la stagione di gare 2021. Il deserto dell'Alcaniz sarà teatro del primo appuntamento iridato e, come ogni volta, offrirà uno tra i due tipi di meteo classifici della zona: freddo becco o caldo asfissiante. Invece, per quanto riguarda questa settimana, sembra che - addirittura, dato che lì non accade mai - possa piovere.

Qualora accadesse, per i numero 1 e 22 sarebbe l'occasione di provare assetti da bagnati, ma osati quest'anno. Quando è accaduto di trovare acqua, come a Jerez in gennaio, il Cannnibale e l'inglese di Lincoln hanno preferito rinunciare. Ma adesso il Mondiale è davvero vicino, sicché, ogni uscita ha un peso specifico differente.

Rea e Lowes: "Entusiasmo alle stelle, non vediamo l'ora di tornare in sella"

Johnny ed Alex scalpitano, perché hanno da tempo capito quanto e come la nuova ZX-10RR sia ancora più competitiva e velove. La concorrenza è agguerrita più che mai, però il Provec KRT sembra (nuovamente) la formazione meglio preparata del lotto.

Carichissimo il sei volte iridato: "Sono davvero felice - le sue parole - continueremo a lavorare da quello che avevamo ai test di Barcellona, doever ero a mio agio sulla nuova Ninja. Elottronicamente, abbiamo ancora alcuni elementi da provare, ma si tratta di mettere insieme tutti i pezzi del puzzle. Raccoglieremo le cose che abbiamo imparato durante l'ultimo test, lavorando a nostro pieno potenziale e facendo simulazioni per costruire la gara di apertura del Motorland".

Anche il gemello "derivato di serie" proveniente dal Lincolnshire è motivato: "Non vedo l'ora di fare i test - ha dichiarato -continueremo il programma di lavoro inizio a Jerez e proseguito a Montmelò. Mi sento bene fisicamente, voglio completare tanti giri. Dobbiamo lavorare un po' sulla uscita di curva e pure io devo perfezionare il mio stile di guida".

Per il team Pramac, il weekend MotoGP portoghese è stato nero. Gloria finita per Johann Zarco?