KTM ha prenotato la pista, "prestandola" ad altre squadre. Oggi, domani e dopodomani il Motorland vedrà in azione moto dalla diversa natura, che competono nelle due principali serie internazionali: MotoGP e SBK. La Casa austriaca ospita le derivate di serie, con Dani Pedrosa e Mika Kallio impegnati sulla RC16 laboratorio in una "sfida differita" con Kawasaki, BMW, Yamaha e Ducati.

Partiamo dalla Rossa, al lavoro con la azzurra "ciano" Panigale V4 R Go Eleven, guidata dal forte, alto, biondo ed Indipendente Chaz Davies, gallese numero 7 pronto ad infastidire gli ufficiali. Più Factory che mai il duo verde Provec, costituito da Johnny Rea ed Alex Lowes, sempre meglio in sella alla nuova Ninja, già apprezzata da Isaac Vinales, presente coi colori Orelac.

Torna all'opera Toprak Razgatlioglu, a seguito di Coronavirus, quarantena, rientro in Turchia ed allenamento di recupero. Il Crescent-Brixx ha anche il campione del Mondo Supersport, Andrea Locatelli, in grande forma e rookie da tenere d'occhio. Quattro BMW completano il quadro, cioè, le M1000 RR Motorrad di Tom Sykes e Michael Van Der Mark. La Bonovo Action di Jonas Folger. Finalmente Eugene Laverty per RC Squadra Corse.

Dani Pedrosa, è (forse) il miglior pilota KTM?


Impressionante e prestigiosa la carriera del catalano, piccolo di statura, gigante nella guida. Oltre ai due titoli vinti in 250, ricordiamone l'alloro 125. E poi, numerose affermazioni in MotoGP per un Mondiale sfuggitogli per mera sfortuna e brutti infortuni.

Da quando lavora come collaudatore per KTM, le RC16 sono migliorate. Lo abbiamo visto lo scorso anno, grazie alle vittorie di Brad Binder e Miguel Oliveira, oltre ai podi di Pol Espargarò. Quest'anno la Orange sta faticando, ma scommettiamo che, dopo le indicazioni fornite dal fantino di Sabadell, le quattro cilindri di Mattighofen risaliranno le classifiche?

Red Bull Rookies Cup, a Jerez vittorie di Munoz e Holgado