Troy Bayliss è stato vittima di un incidente in bicicletta lo scorso venerdì, 14 maggio,che gli ha provocato una frattura della vertebra C4 con interessamento midollare, che costringerà la leggenda Ducati, 52 anni, a restare a riposo per alcuni mesi.

SBK: Troy Bayliss, l'uomo con la valigia

La dinamica 


Troy, che non ha nessun ricordo della dinamica dell’incidente, sembra essersi scontrato con un'altra bicicletta che proveniva tra due auto parcheggiate. Il campione australiano nell’impatto ha battuto violentemente la testa ed ha perso conoscenza. Bayliss è stato immediatamente soccorso e portato in ospedale.

Nonostante la gravità delle lesioni riportate, le sue condizioni sono stabili e ieri Troy è potuto rientrare nella sua casa sulla Gold Coast, per iniziare la convalescenza.

Le parole di Bayliss


"Sto abbastanza bene e sono già a casa, ma a causa dell’incidente non potrò tornare in moto fino a quando non avrò riacquistato piena mobilità di braccia e mani" ha raccontato il tre volte campione del mondo Superbike. "Ho voluto far sapere cosa mi è successo per dire che sto bene e che tornerò in pista quanto prima. È stato un fine settimana molto intenso sia per me che per la mia famiglia, ma fortunatamente mi riprenderò. I medici sono molto ottimisti, ma non c’è un’indicazione precisa su quanto tempo ci vorrà prima che io possa tornare di nuovo in moto. Forse sarà una questione di qualche mese, o forse ci vorrà di più. Tutto dipenderà da come proseguirà la guarigione una volta che la vertebra si sarà saldata”.

Paolo Ciabatti: “Troy Bayliss è stato il ducatista per eccellenza”