SBK, i "giri della discordia": Ducati ancora al top

SBK, i "giri della discordia": Ducati ancora al top© GPAgency

La Panigale V4 R può "frullare" sino a quota 16.100, ben al di sopra rispetto alla Kawasaki, "ferma" a 14.600: la Rossa ha sulla Verdona 1500 giri in più

19 maggio

Se ne era discusso già in passato, specialmente circa due anni fa, quando Ducati passò dalla configurazione bicilindrica all'attuale V4: i giri motore della Rossa restano ancora un punto di riferimento in SBK, se parliamo di quota massima.

Il regolamento tecnico delle derivate di serie è stato aggiornato, con la tabella che potete leggere qui sotto.

I giri motore


Come vedete, la Panigale è quella a poter fruire del più alto numero di tutta lista - 16.100 giri - e, facendo un rapido calcolo, ben 1500 giri in più rispetto alla Kawasaki Ninja versione 2021, tanto voluta da Johnny Rea, che ne richiedeva - tra le altre cose - proprio un allungo ancora più lanciato. 

Avendo il propulsore della ZX-10RR nuovi componenti passati ad omologazione, la commissione che si occupa degli algoritimi ha fissato il limite dapprima citato. Discorso simile per BMW, dal quattro cilindri in linea profondamente rivisto; la M1000 RR arriva a 15500. Leggiamo anche i nomi di Aprilia, MV Agusta e Suzuki, non presenti in griglia. Speriamo tornino presto.

La Supersport iridata è pronta alla scatto 2021: chi erediterà il ruolo di Andrea Locatelli?

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi