Kawasaki e Johnny Rea sono pronti per il round SBK portoghese, è vero, ma anche Aruba Ducati lo è. Soprattutto Scott Redding, inglese numero 45, l'unico vero rivale del nordirlandese visto ad Aragòn. Il vincitore di Gara 2 del Motorland è carico e non vede l'ora di scendere in pista.

Anche perché, vuole rimediare qualche momento difficile vissuto nel 2020. Lo dice lui stesso: "La pista dell'Estoril mi era piaciuta subito - le sue parole - malgrado i risultati non confermino questa tesi. Infatti, accusai una caduta in Superpole ed un problema tecnico in Gara2. A parte ciò, il feeling nelle guida è stato positivo, così lo fu il passo garà. Proveremo a migliorare già da venerdì".

Michael Ruben Rinaldi ha faticato in Spagna, però qui potrebbe andare benissimo. Tra l'altro, parliamo del tracciato in cui l'italiano ha debuttato con Aruba Factory nello scorso autunno: "Il nostro campionato è iniziato in salita - ammette - ma in questo round possiamo usare il weekend per voltare pagina. Lavoreremo sodo per concretizzare l'idea, sono motivato per rimediare i risultati negativi della prima uscita. Qui partiremo da zero, dando il nostro meglio".

Lorenzo ricorda: "Vinsi la MotoGP del Mugello con Ducati, dopo aver firmato con Honda"